Horus Technology

Health Care – High Tech

Mission:

La mission di Horus Technology è riassunta nello statement The invisible made audible. Horus Technology ha come obiettivo la creazione di dispositivi che migliorino la vita di persone non vedenti tramite l’utilizzo di tecnologie allo stato dell’arte.


Prodotto/Servizio:

Horus è il primo prodotto ideato dal team di Horus Technology: un dispositivo wearable con le funzioni di un assistente personale. Viene posto su un qualunque tipo di occhiali e dalla sua sede laterale osserva la realtà circostante, effettuando un’analisi che permette di trasformare le immagini in parole. Horus può individuare il testo e guidare la persona ad inquadrarlo nella maniera più conveniente per effettuarne la lettura. È in grado di apprendere gli oggetti e i volti delle persone più care all’utente, per poterli riconoscere in svariate situazioni e può fornire supporto nella mobilità tramite l’individuazione di ostacoli e segnaletica stradale, come ad esempio strisce pedonali.
Horus è affidabile in ogni situazione, perché non richiede connessione internet e non limita l’udito della persona, comunicando messaggi verbali tramite conduzione ossea. Il progetto è protetto da domanda di brevetto depositata.


Curiosità:

Horus nasce da un’esperienza reale: infatti un giorno Saverio e Luca furono fermati da una persona non vedente, che chiese loro aiuto per attraversare la strada. Questa esperienza fece loro pensare che gli studi di computer vision potessero essere applicati in un ambito differente da quello puramente robotico, con il potenziale di migliorare la vita di milioni di persone. La prima convalida dell’idea è avvenuta durante uno Startup Day a Genova, in occasione del quale Benedetta si è unita al gruppo lavorando dal Regno Unito.


Team:
Saverio Murgia – CEO
Luca Nardelli – CTO
Benedetta Magri – business developer