Cibiamoci

Social Innovation

Mission:

La sfida è quella di consentire alle onlus caritative e agli indigenti di acquisire in tempo reale la disponibilità di eccedenza alimentare generata nella stessa giornata dai produttori, dalla gdo e dalla ristorazione. Come eccedenza vengono considerati anche i prodotti per i quali è stata raggiunta la sell-by date interna degli alimenti, i resi, i prodotti considerati non conformi a causa della non corrispondenza agli standard richiesti dai circuiti di vendita o del packaging, i pasti prodotti ma non consumati dalla ristorazione collettiva (mense aziendali, scuole, ospedali, forze armate) e dalla ristorazione commerciale.


Prodotto/Servizio:

App per gestire il processo di redistribuzione delle eccedenze alimentari prodotte principalmente da industria agro-alimentare, GDO e ristorazione, con ottimizzazione dei tempi di recupero e scambio di informazioni tra i produttori e gli utenti finali (nuove povertà, mense, associazioni, fondazioni e persone disagiate e non).


Curiosità:

L’idea nasce dalla esperienza personale vissuta in qualità di volontario presso la mensa delle Suore Missionarie della Carità di Bari del fondatore Andrea Passaro.  A settembre 2013, il team lancia l’idea in Fiera del Levante a Bari e immediatamente parte la prima collaborazione con la Qui Foundation nella iniziativa Pasto Buono a Bari, dopo Roma, Genova e Firenze. Pasto buono consente a una rete di attività commerciali di mettere a disposizione quotidianamente le eccedenze alimentari prodotte.


Team:
Andrea Passaro – CEO
Carmen Craca – General Manager
Marcus Paolo Pace – Public Relations & Sales Accounting