Manifesto dell’associazione

1 Flares 1 Flares ×
1. TechGarage
TechGarage è un’associazione non profit volta a valorizzare il talento imprenditoriale e l’innovazione promuovendo la conversione di idee e tecnologie in start-up di successo.

La missione di Associazione TechGarage è l’animazione dell’High-Tech Entrepreneurship, in Italia e in Europa. Per realizzarla verrà promosso ogni genere di iniziativa in grado di connettere

  • il mondo dell’innovazione grassroot – docenti, ricercatori, studenti e innovatori in genere che si muovono “sottotraccia”, in tal senso grassroot -;
  • con quello degli investitori in capitale di rischio “early stage” (business angel, fondi seed e venture capital indipendenti, corporate venture capital formali o informali);
  • e quello delle imprese, anche di medie e piccole dimensioni. Queste ultime, soprattutto in Italia, di frequente interessate al business development mediante incubazione e/o partecipazione e/o acquisizione di start-up hi-tech e spin off accademici e di ricerca, ma non sufficientemente strutturate per gestire in completa autonomia tutte le fasi che intercorrono dallo scouting al funding early stage (start-up o expansion).

La missione di Associazione TechGarage in Europa, e ancora di più in Italia quindi è valorizzare e ove possibile attrarre, talenti imprenditoriali che altrimenti vedrebbero realizzate le loro iniziative non qui e non ora.

Associazione TechGarage intende contribuire allo sviluppo di un contesto attrattivo e favorevole per ogni forma di imprenditorialità hi-tech.

 

2. Attività

L’attività dell’associazione è finalizzata ad organizzare incontri, conferenze, workshop e ogni altro genere di evento (comprese le competizioni fra imprese allo stato nascente) per promuovere e valorizzare l’innovazione e la ricerca tecnologica.

Particolare rilevanza viene attribuita alle attività che sono specificamente rivolte a creare connessioni fra la comunità imprenditoriale delle start-up high-tech e la comunità finanziaria specializzata sugli investimenti early stage.

Gli ambiti di innovazione sui quali Associazione TechGarage interviene in via prioritaria sono internet e i new media – mobile media in primis – le biotecnologie e i medical devices, le nanotecnologie, la robotica, l’energia e l’ambiente. Rispetto a tali aree di innovazione sono pure tenute in particolare considerazione tutte le applicazioni ai business high-touch (moda, design, food&wine, bellezza, benessere e fitness, entertainment, turismo, arte e patrimonio culturale materiale e immateriale, ecc.) e quindi l’area di convergenza fra business high-techhigh-touch.

L’associazione ha il compito di promuovere la connessione e la cooperazione fra tutti gli attori coinvolti nell’ecosistema dell’innovazione con riferimento ai business sopradescritti, e persegue i suoi scopi attraverso l’organizzazione di incontri, workshop, tavole rotonde ed eventi di vario genere idonei a facilitare il networking e il confronto.

L’attività dell’associazione è concretamente realizzata mediante il fundraising dei singoli eventi che concorrono al perseguimento della missione associativa. Le operazioni di fund raising hanno la natura delle convenzionali sponsorizzazioni, finanziarie e tecniche ovvero degli accordi di partnership o delle donazioni. Tutte, in genere, finalizzate a sostenere uno o più eventi di interesse per gli associati. Sono altresì possibili donazioni e sponsorizzazioni delle attività di associazione TechGarage senza una specifica finalizzazione per singoli eventi.

A titolo esemplificativo, e in sintesi estrema, i tipi di eventi che Associazione TechGarage organizza, e per i quali vengono attivate iniziative di fund raising sono:

a) TechGarage Day

b) TechGarage Start-up Awards

c) TechGarage Start-up Camp

d) TechGarage People

a) TechGarage Day

I TechGarage Day sono gli eventi “matrice” per il conseguimento degli scopi associativi – stimolare e valorizzare l’innovazione grassroot, qui e ora -. Sono eventi organizzati, ove possibile, presso sedi universitarie e che, con architettura snella, favoriscono l’incontro fra innovatori e investitori (angeli, seed o venture capital) o imprese interessate all’innovazione e al business development (corporate venture capital compresi). I TechGarage Day, che durano di norma mezza giornata, hanno in genere contenuti tematici “verticali” (Web&New Media TechGarage, Med&BioTechGarage; NanoTechGarage, RoboTechGarage, ecc. ecc.) e un format preferibilmente articolato su una sessione parallela e tre sessioni sequenziali.

Quella parallela (tipicamente 8:30-13:30) è denominata “seed match” e consiste in una “esposizione” di massimo 10 start-up – preselezionate dai responsabili TechGarage – alla ricerca di seed financing. Le start-up in fase seed sono ospitate in uno spazio con attrezzature multimediali ed espongono la loro business idea e il loro piano d’impresa con l’obiettivo di fare matching con gli interessi di investitori e imprese.

Le sessioni sequenziali sono tre.

La prima è un vero e proprio “talk breve” tenuto da un guest speaker, da scegliersi fra le autorità mondiali sul tema del TechGarage Day – compatibilmente con vincoli di budget dell’evento. La sua durata non deve essere superiore ai 30 minuti.

La seconda e’ una classica sessione di “elevator pitch”, dura circa 90 minuti e ospita fino a 10 start-up che hanno superato la fase di seed e sono alla ricerca di un round di finanziamento più consistente, tipico del venture capital.

La terza e ultima sessione è un vero e proprio talk show della durata di un’ora, gestito da un giornalista esperto e animato da investitori, imprenditori medio-piccoli, dirigenti di grandi aziende, ricercatori, ecc. ecc. in grado di portare visioni eterogenee sul tema dell’entrepreneurship hi-tech ovvero sulle innovazioni emergenti nel settore verticale a cui è dedicato il TechGarage Day.

Le tre sessioni sequenziali devono essere gestite in un tempo massimo di 3 ore così da garantire che almeno 2 ore nel corso dell’evento siano dedicate al seed match e al networking, attività quest’ultima per la quale è previsto un open bar e un light buffet a fine mattinata.

b) TechGarage Start-up Awards

Con cadenza alternata rispetto ai TechGarage Day, vengono lanciate delle vere e proprie competizioni “tematiche” (per singole industry) fra business plan di start-up effettive o potenziali. La tematizzazione riguarda lo specifico settore su cui si è in precedenza svolto il TechGarage Day (ad esempio Web & New Media; Med&Biotech, Nanotech, ecc. ecc.) ovvero lo stadio del ciclo di vita – “seed” o “venture” – delle start-up invitate a partecipare.

La differenza rispetto alle business plan competition già ben note a livello nazionale e internazionale consiste nello spirito grassroot. La comunicazione di lancio avviene con modalità “grassroot” e quindi passaparola, roadshow, comunicazione nella blogosfera e altri strumenti di comunicazione virale.

Le 10 start-up finaliste sono valutate nel corso di un evento ad hoc da una giuria che premia le prime 3. Tale giuria è composta preferibilmente da componenti dell’Associazione TechGarage, purchè siano portatori di differenti background e prospettive, e quindi: esponenti del mondo accademico, esponenti della business community di riferimento, giornalisti specializzati, venture capitalist e/o seed capitalist.

Anche gli awards sono in linea con lo spirito grassroot. Ai 10 finalisti viene offerta la partecipazione a uno Start-up Camp (descritto nel punto c che segue), mentre ai ‘primi 3 viene offerto un “advisorship package” composto da 3 sessioni di advisorship da mezza giornata nell’arco dei successivi tre mesi; sessioni che possono consistere nella tutorship sul campo,ossia nell’affiancamento operativo nel corso di incontri fra i promotori della start-up e i potenziali investitori.

c) TechGarage Start-up Camp

Lo start-up Camp è un evento “intensivo” della durata di 3 giorni che viene offerto ai finalisti per poter ulteriormente “sfidare” il loro progetto, ed eventualmente potenziare il loro business plan in vista di una presentazione agli investitori e/o ai partner industriali.

Le tre giornate sono coordinate da tre accademici e prevedono l’intervento di testimoni dalla comunità imprenditoriale e da quella finanziaria.

Il tema generale è “start-ups go to market” e ciascuna giornata affronta un differente tema fra quelli maggiormente critici nella vita di una start-up . La prima si concentra sul “modelling business”; la seconda sul “planning business”; la terza sul “funding business”. Ai TechGarage start-up camp è possibile prevedere la partecipazione a titolo oneroso di neo imprenditori o aspiranti tali fino ad un massimo di 50 partecipanti, comprensivo dei finalisti di TechGarage start-up awards ai quali la partecipazione è offerta a titolo gratuito.

d) TechGarage People

TechGarage People è un insieme di eventi “on e off line” che si articolano in:

– una serie di blog tematici per ciascun TechGarage Day, finalizzati a sviluppare la community di chi segue il tema “verticale” anche nei successivi moduli “TechGarage Start-up Awards” e “TechGarage start-up camp”, così come nelle nuove edizioni di TechGarage Day nel tempo (a regime ogni due anni)

– un TechGarage meeting che con cadenza semestrale viene organizzato in una delle principali città italiane coinvolgendo tutti coloro i quali hanno partecipao alle edizioni tematiche di uno degli eventi core quali TechGarge Day, Start up Awards. TechGarage start-up camp. Si tratta di meeting snelli in una location metropolitana particolarmente cool con l’obiettivo di incontrarsi, gustare un aperitivo e aggiornarsi sugli sviluppi recenti delle proprie iniziative imprenditoriali

– alcuni strumenti di comunicazione periodica (e.g newsletter) finalizzati a fornire ai componenti della community una selezione di informazioni (testi, video, report, case history ecc, ecc,) ritenute di particolare rilevanza per imprenditori ed investitori.

 

3. Governance

L’associazione a TechGarage non è onerosa. Gli associati tuttavia assumono un “impegno d’onore” a partecipare secondo le proprie competenze e disponibilità al progetto e alle attività “core” descritte al punto due. Possono aderire all’associazione diverse categorie di organizzazioni economiche, imprese, professionisti, accademici quali:

– business angel che operano a titolo individuale o sottoforma di associazione,

– fondi e/o advisor impegnati nel seed capital

– fondi e/o advisor impegnati nel venture capital

– fondi e/o advisor impegnati nel private equity

– Università, centri di ricerca, parchi tecnologici, incubatori, acceleratori, d’impresa

– associazioni imprenditoriali e professionali, comprese quelle che sviluppano relazioni istituzionali e non con investitori stranieri o italiani espatriati

– grandi aziende e corporate venture Capital

– medie e piccole imprese;

– singoli professionisti o ricercatori o esponenti del mondo accademico che intendono sottoscrivere un impegno filantropico per la promozione e l’innovaizone della promozione tecnologica e dell’imprenditorialità.

L’associazione di un nuovo membro avviene mediante cooptazione da parte dei componenti del consiglio di amministrazione, anche senza formale convocazione, mediante esplicitazione del consenso, e con qualunque mezzo di comunicazione (posta, telefono, e-mail, sms etc.)

L’assemblea dei soci può annualmente nominare 1 (uno) socio onorario fra gli esponenti di spicco del mondo dell’innovazione, sia dal lato della ricerca che da quella dell’imprenditorialità ovvero della finanza per l’innovazione.

Il CdA è composto da un massimo di 9 persone ove possibile espressione delle principali categorie di associati.

 

4. Funding

La contenuta onerosità dell’associazione a TechGarage è coerente con il suo spirito grassroot. Pertanto la raccolta di fondi persegue principi di parsimonia e finalizzazione diretta verso i singoli eventi: TechGarage Day, TechGarage Start-up Awards, TechGarage Start-up Camp, TechGarage People.

In tal modo si ritiene, peraltro di poter realizzare con maggiore efficienza le attività di fund raising. I fondi infatti verranno raccolti presso organizzazioni e imprese marcatamente coinvolte nelle attività “core” verticali, quindi: imprese, s.g.r, professionisti e associazioni imprenditoriali specializzate sul mondo web & new media per le attività web & new media; del mondo med&biotech per le attività dedicate a tale settore; e così via.

 

5. Organizzazione

I processi strategici e operativi di Associazione TechGarage sono estremamente snelli e si fondano in prevalenza sul contributo tecnico o finanziario di organizzazioni ed individui associati.

La strategia di sviluppo di Associazione TechGarage prevede il “rilascio” annuale di nuovi insiemi longitudinali di attività “core”.

Nel 2008 sono state lanciate alcune edizioni pilota di TechGarage Day per le start-up Web&NewMedia. Nel 2009 viene lanciata la prima edizione dei TechGarage Web&New Media Start-up Awards e del TechGarage Web&NewMedia Start-Up Camp, nonché la prima edizione del Med&BioTechGarage Day. Sempre nel 2009 viene lanciato l’insieme di eventi in cui si articola l’attività di Web&NewMedia TechGarage People. Nel 2010 viene riproposto il NewMedia&WebTechGarage Day e lanciata la prima edizione dei Med&Biotech Start-up Awards; viene pure lanciata la prima edizione di EnvironTechGarage Day. E così via per giungere a regime con tutti i principali insiemi di attività “core” entro il 2015.