Parte Innautic Barcamper Challenge, il primo tour verticale del Barcamper finalizzato allo scouting di idee innovative nel settore della nautica da diporto, un mercato che in Italia vale oltre 3 miliardi di Euro.

La nautica italiana (quella dei grandi yacht, per intenderci) è leader a livello mondiale, non solo in ambito produttivo, ma anche per tutto ciò che riguarda il re-fit, i servizi, la gestione, il management e nonostante la crisi che ha colpito worldwide il settore, si prevede nel prossimo futuro un forte sviluppo nel contesto del Mediterraneo, essendo dislocata qui una parte molto significativa della flotta mondiale delle grandi barche da diporto.

Il progetto Innautic Barcamper Challenge nasce per volontà del Distretto Ligure delle Tecnologie Marine di La Spezia, un aggregatore di realtà significative del settore della nautica, nato nel 2009 con lo scopo di favorire il raccordo tra domanda e offerta tecnologica tra i soggetti rappresentativi del mondo industriale, del sistema della ricerca, degli enti locali operanti sul territorio ligure.

Uno degli scopi del DLTM è quello di favorire il trasferimento tecnologico e il rafforzamento del tessuto produttivo anche attraverso il supporto a start-up e spin-off e l’attrazione di investimenti.

Il DLTM è inoltre partner del progetto strategico INNAUTIC, realizzato nell’ambito degli accordi di cooperazione transfrontaliera previsti dal programma IT-FR Marittimo finanziato dal FESR, che coinvolge i territori delle Regioni Liguria, Toscana, Sardegna e Corsica ed ha come obiettivo la creazione di una rete tra i sogetti coinvolti che possa favorire nell’area dell’alto mediterraneo la creazione di un sistema integrato pubblico-privato per la competitività, l’innovazione e il capitale umano nel settore nautico.

 

 

Ed è proprio nell’ambito di questo progetto che prende forma l’iniziativa Innautic Barcamper Challenge, anche a valle di uno studio recentemente concluso dal DLTM che individua alcuni settori prioritari di innovazione nella nautica su cui dovrebbero concentrarsi i trend di mercato dei prossimi anni.

 

 

 

 

L’iniziativa si svolgerà da marzo a maggio e sarà articolata in tre fasi: una prima fase di scouting durante la quale andremo con il Barcamper alla ricerca degli innovatori in 5 luoghi d’Italia dove si concentra la parte più significativa della ricerca e della produzione del settore nautico.

Queste le tappe previste:

Le 20 migliori idee selezionate durante il tour verranno inserite in un percorso di mentoring e coaching di una settimana ad “alta pressione”.

I migliori 10 team selezionati nel corso della week potranno presentare al Techgarage e concorrere così alla possibilità di ricevere un investimento e/o di concludere accordi di partenariato con le principali imprese del settore.

Il Techgarage è infatti una associazione, nata senza scopo di lucro proprio con la finalità (tra le altre) di favorire il contatto tra startup ad elevato impatto e  finanza di rischio.

Per partecipare bisogna prenotare un colloquio con il nostro team nell’apposita sezione del sito, dove è presente anche il regolamento completo.

Vi aspettiamo a bordo!

 

 

 

 

  • Pingback: Parte Innautic Barcamper Challenge | dgil.uz

  • Leandro Puca

    iBoatApp.com

    • http://twitter.com/abarti antonello bartiromo

      già prenotato appuntamento?

      • Leandro Puca

        Sono in Arizona ora, dopo aver girato per un anno intero in cerca di investors

        • Leandro Puca

          ..ho girato in Italia un anno intero a vuoto intendo.

  • http://twitter.com/fratac Francesco Tacconi

    Visto che siete a Spezia, quasi sotto casa, potrei incontrarvi per parlare di ICT oppure devo aspettare una tappa di Startup Revolutionary Road Tour, sperando che sia abbastanza vicina